La partnership con Healthy Seas.

Hyundai è orgogliosa di collaborare con l'ONG Healthy Seas: grazie al nostro impegno nello sviluppo di soluzioni di mobilità senza emissioni e l'esperienza di Healthy Seas nella protezione degli ecosistemi marini, lavoriamo insieme per rendere il mondo un posto migliore per le generazioni future.

Insieme per proteggere gli oceani.

Gli oceani svolgono un ruolo importante nel sostenere la vita sulla Terra, ma sono costantemente minacciati. Hyundai collabora con Healthy Seas per aiutare a rimuovere dai mari plastica e resti di materiali per la pesca. Un rapporto delle Nazioni Unite stima che ogni anno più di 580 milioni di chilogrammi (un decimo dei rifiuti marini) di attrezzi da pesca vengano scaricati nell'oceano.
Un subacqueo di Ghost Divers che recupera detriti marini sott'acqua
Credits: Michael Westreicher | Ghost Diving

Un aiuto concreto: le attività di Healthy Seas.

Le attività principali di Healthy Seas sono tre: il recupero di reti da pesca abbandonate, note come "reti fantasma", grazie al lavoro di subacquei volontari; l'organizzazione di programmi educativi nelle scuole per insegnare ai bambini l'importanza di mantenere puliti gli oceani; e, infine, la collaborazione con pescatori e comunità costiere per prevenire l'abbandono di reti da pesca.
Tocca due volte per passare alla slide successiva Fai clic sulla freccia destra o sinistra per passare alla slide successiva o precedente Sei arrivato all'ultima slide
  1. Due subacquei di Ghost Divers recuperano sott'acqua le reti da pesca scartate
    Credits: Cor Kuyvenhoven | Ghost Diving

    Recupero di reti da pesca.

    Hyundai e Healthy Seas lavorano con i subacquei volontari dell'organizzazione benefica "Ghost Diving" per recuperare le reti da pesca abbandonate. Queste "reti fantasma" uccidono la fauna marina sott'acqua da decenni. Rimuovendo i detriti marini, Healthy Seas garantisce la sopravvivenza di un ecosistema sottomarino sano per un futuro sostenibile.
  1. 1
Tocca due volte per passare alla slide successiva Fai clic sulla freccia destra o sinistra per passare alla slide successiva o precedente Sei arrivato all'ultima slide
  1. Un volontario di Healthy Seas si occupa di educazione ambientale con uno studente
    Credits: Cor Kuyvenhoven | Ghost Diving

    Attività educativa nelle scuole.

    Un ulteriore aspetto degli sforzi di Healthy Seas per proteggere gli oceani è la divulgazione educativa. L'ONG organizza programmi educativi nelle scuole per insegnare ai bambini l'importanza di mantenere puliti gli oceani del mondo, per il benessere dell'ecosistema marino e degli stessi esseri umani. In questo modo, Healthy Seas si impegna non solo nella cura ma anche nella prevenzione dell'inquinamento degli ambienti marini.
  1. 1
Tocca due volte per passare alla slide successiva Fai clic sulla freccia destra o sinistra per passare alla slide successiva o precedente Sei arrivato all'ultima slide
  1. Una chiatta di recupero ricoperta di detriti marini recuperati dall'oceano
    Credits: Veronika Mikos | Healthy Seas

    Collaborazione con i pescatori.

    Healthy Seas collabora con pescatori, allevamenti ittici e comunità locali per evitare che le reti da pesca finiscano nell'ambiente. Insieme lavorano a soluzioni per smaltire le reti in modo responsabile.
  1. 1

Salvare le acque di Itaca rimuovendo 76 tonnellate di detriti.

La collaborazione di Hyundai con Healthy Seas è iniziata a Itaca, in Grecia, il 16 giugno 2021, la Giornata mondiale degli oceani. Per ripristinare la bellezza di Itaca e supportare la comunità locale, Hyundai sta aiutando Healthy Seas con la sua più grande iniziativa di pulizia di sempre.
Tocca due volte per passare alla slide successiva Fai clic sulla freccia destra o sinistra per passare alla slide successiva o precedente Sei arrivato all'ultima slide
  1. Una veduta aerea di un allevamento ittico abbandonato a Itaca in Grecia
    Credits: George Lilas | Odyssey

    Allevamento ittico abbandonato.

    Dopo l'abbandono, nel 2012, di un allevamento ittico, gabbie, reti e altre attrezzature sono state disperse, inquinando l'ambiente naturale.
  2. I detriti di un allevamento ittico abbandonato a Itaca in Grecia

    Devastata da un ciclone.

    Nel 2020, un ciclone ha devastato Itaca. Le reti e le gabbie abbandonate sono state strappate dai loro ormeggi, cosa che ha portato a una dispersione di tubi di plastica, corde e boe.
  3. Una baia oceanica a Itaca in Grecia con acque turchesi

    L’intervento di Hyundai a Itaca.

    Hyundai sta aiutando Healthy Seas a restaurare la bellezza di Itaca con la sua più grande iniziativa di pulizia di sempre, riunendo subacquei tecnici, ONG locali, imprese e residenti.

    Da materiale di scarto a tessuto di pregio: il filato di nylon riciclato utilizzato da Hyundai.

    Lavorando con una rete di partner, Healthy Seas aiuta a riciclare i rifiuti di plastica in nuovi materiali, per favorire un sistema di economia circolare. Le reti da pesca rigenerate e altri scarti di nylon diventano ECONYL®, un filato che viene utilizzato per realizzare nuovi prodotti. Con questo materiale Hyundai si impegna a costruire parte degli interni delle proprie auto: un primo passo è stato fatto con IONIQ 5, che può essere ordinata con tappetini in ECONYL®.

    Salvare i mari di Itaca: il documentario (by BBC).

    La BBC era lì per documentare il progetto e raccontare la storia della bonifica, il suo impatto sull'ambiente e la collaborazione dei numerosi partner coinvolti. Guarda qui un estratto di 7 minuti del documentario premendo Play.

    Ripulire i mari di Itaca dalle reti e dagli attrezzi da pesca dispersi.

    Il team ha recuperato 76 tonnellate di detriti dal mare, dalla costa e dalle spiagge. Oltre a rimuovere i rifiuti, i subacquei dell'organizzazione Ghost Diving, tra cui Erik Wurz, biologo marino dell'Università di Wageningen, hanno condotto ricerche scientifiche per valutare l'impatto dell'inquinamento sull'ambiente locale. Il progetto rappresenta la più grande bonifica oceanica nella storia di Healthy Seas.
    Detriti recuperati dai volontari di Healthy Seas
    Credits: Veronika Mikos | Healthy Seas
    Michael Cole Presidente e CEO di Hyundai Motor Europe
    In quanto azienda guidata dall'obiettivo, Hyundai comprende che il riciclo e la sostenibilità non sono mode, ma piuttosto esigenze della nostra società. Oltre a fornire soluzioni di mobilità a zero emissioni per la terra ferma, ci preoccupiamo di proteggere i fragili ecosistemi marini per i quali, insieme al nostro partner Healthy Seas, siamo fiduciosi di poter fare grandi cose.

    - Michael Cole - Presidente e CEO di Hyundai Motor Europe -

    Healthy Seas e Hyundai: i progetti futuri.

    Healthy Seas, con il supporto di Hyundai Motor Europe, sta aumentando la portata delle sue operazioni per fare ancora di più. La sfida è enorme e i rischi sono reali, ma la loro missione è chiara: liberare gli oceani dai "resti fantasma" e dare nuova vita ai rifiuti. Qui un approfondimento su alcuni progetti previsti prossimamente.
    Map of all Hyundai Healthy Seas activities in Europe

    Healthy-Seas-newcastle

    Healthy-Seas-norderney

    Healthy-Seas-sylt

    Healthy-Seas-amsterdam

    Healthy-Seas-milan

    Healthy-Seas-dunkerque

    Healthy-Seas-lampedusa

    Healthy-Seas-costabrava